IED: pronta a partire la 5^ edizione del corso “Comunicare l’Arte: dallo storytelling ai social media”

Comunicare l'Arte: dallo storytelling ai social mediaA novembre allo IED Venezia partirà la 5^ edizione del corso di specializzazione “Comunicare l’Arte: dallo storytelling ai social media“. Il corso magistralmente coordinato da Alexia Boro – Direttore delle Comunicazioni e degli Affari Esterni di Peggy Guggenheim Collection Venezia – è mirato a formare profili professionali in grado di operare nel mondo della comunicazione nell’ambito dell’arte e della cultura, alla luce delle nuove opportunità fornite dalla rapida evoluzione del settore, in particolare dallo sviluppo dei media digitali e del web. Io ancora una volta avrò il piacere di tenere la prima parte delle lezioni legate al ruolo e alla funzione dello storyteller specialist nella comunicazione del prodotto culturale, ma all’interno del corso ci sono straordinari professionisti in grado di trasmettere un’esauriente visione d’insieme per gestire al meglio la complessità della comunicazione in campo artistico e culturale. Per ulteriori informazioni sul corso potete fare riferimento al sito IED al seguente link o scrivere una mail a Chiara Fustella, Coordinatrice delle Attività Accademiche di IED Venezia

 

Workshop: Sentirsi parte di una storia comune

Workshop - Sentirsi parte di una storia comune“Sentirsi parte di una storia comune”, è questo il titolo del workshop organizzato da AIDP – Associazione per la Direzione del Personale che avrò il piacere di tenere mercoledì prossimo 16 ottobre alle ore 18:30 presso il CUOA Business School. L’incontro avrà come obiettivo quello di far capire come la narrazione sia una metodologia efficace non solo ai giovani per candidarsi presso un’azienda, ma alle stesse aziende per condividere il proprio sistema valoriale al fine di essere attrattivi in fase di selezione e trattenere/motivare le risorse interne una volta inserite all’interno delle organizzazioni. Per coloro che volessero partecipare questo è il link per iscriversi.

Riparte Alta Via Camp

Alta Via Camp - Quinta EdizioneIl prossimo 27 aprile, partirà la 5ª edizione di Alta Via Camp, il percorso formativo pensato per imprenditori, manager e liberi professionisti, al fine di mettere a fuoco alcune delle competenze necessarie oggi per fare impresa. Sarà un vero e proprio viaggio, che metterà a confronto esperienze diverse in un’ottica di crescita professionale e personale. Chi ha già avuto negli anni scorsi il piacere di farlo, sa bene, di cosa sto parlando. Quattro sabati con altrettanti quattro temi caldi. Partiremo con la leadership e come tirar fuori il meglio da se stessi e da propri collaboratori, per poi passare alla messa a fuoco della propria proposta di valore attraverso il Business Model Canvas. Dopodiché ci confronteremo sulle nuove frontiere della comunicazione d’impresa, dall’identità di marca al web marketing, per concludere infine sulla capacità di raccontare la propria impresa e i propri prodotti e/o servizi.
Per chi fosse interessato può scrivermi qui oppure mandare una mail ainfo@altaviacamp.com

Identità e valori

Identità e valori Confartigianato TrevisoQuanto è accaduto nello scorso fine settimana con la Confatigianato Treviso è stato un vero e proprio viaggio. Un viaggio temporale perché si è partiti dai ricordi di cosa è stata questa organizzazione, passando da ciò che è oggi fino a trasportarci in quello che vuole essere. È stato pure un viaggio nelle emozioni, personali e collettive, dei tanti dirigenti presenti in questo percorso formativo. La narrazione è stata la metodologia utilizzata per condividere le tante esperienze vissute e lo strumento per mettere a fuoco ed estrarre i valori di un’associazione che il prossimo anno compierà ben 70 anni. Come al solito è stato uno straordinario viaggio anche per me. Per quello che spero di essere riuscito a trasferire ai partecipanti e per le tante sensazioni che loro stessi mi hanno donato, facendomi sentire parte di uno straordinario gruppo di uomini, ancor prima di unici e capaci artigiani.

Un altro passo compiuto insieme

Fate della vostra vita il più straordinario dei racconti”

Non poteva che finire così la 4. Edizione di Alta Via Camp, attraverso la tappa dedicata allo storytellng… e l’augurio che fosse un nuovo entusiasmante inizio per tutti i nostri corsisti. Come al solito la conclusione di un percorso di crescita personale e professionale com’è Alta Via Camp è sempre un momento molto emozionante per chi ha partecipato. Per quello che hanno vissuto e appreso, ma soprattutto per quello che andranno a fare: portare un miglioramento continuo nella loro attività, nella loro impresa, nella loro vita.

Ci siamo lasciati anche con degli appuntamenti. La partenza di quello che abbiamo chiamato Alta Via Camp: Passo chiave, a partire da 12 maggio. Quattro incontri, quattro giornate sui temi che vanno dai valori del gruppo, alla necessità di costruire relazioni efficaci, dall’utilizzo delle mappe mentali fino a come comunicare di fronte a pubblici diversi. Maggio rappresenterà anche il mese dove si svolgerà la 3. Edizione di Non è magia, è solo strategia!, ma di questo avremo modo di parlarne perché sarà veramente un evento particolarmente interessante per tutti coloro che vorranno ascoltare entusiasmanti racconti d’impresa e portarsi a casa spunti interessanti per la propria attività.

Alta Via Camp

Chi saranno i nuovi protagonisti di Alta Via Camp?

Alta Via CampIn questi giorni stiamo raccogliendo le iscrizioni per la prossima edizione di Alta Via Camp, la quarta per la precisione, che partirà il prossimo 20 gennaio. Se qualcuno fosse interessato a parteciparvi (c’è ancora qualche posto libero), mi può direttamente scrivere una mail da qui. Nell’attesa di sapere chi saranno i protagonisti di questa nuova classe che si sta formando intanto troneggiano sul muro a fianco la mia scrivania alcuni dei ritratti dei partecipanti delle precedenti edizioni. Non sono semplici foto, ma frammenti di un’esperienza unica.

Alta Via Camp: si conclude un’edizione per farne già partire un’altra

Domani con il modulo sullo storytelling andremo a concludere la Terza Edizione di Alta Via Camp, ma stiamo già raccogliendo le iscrizioni per la 4° Edizione che partirà il 20 gennaio 2018 (a proposito chi fosse interessato a parteciparvi può scrivermi una mail). Nell’attesa di festeggiare i corsisti di domani, di seguito trovate alcuni scatti fotografici di una giornata che potremo definire “Special Edition” di Alta Via Camp che abbiamo tenuto sabato scorso io e il buon Paolo Zanetti sul tema storytelling e comunicazione, presso l’Auditorium delle Tipoteca Italiana per le prestigiose Grafiche Antiga.

Alta Via Camp @ Tipoteca Italiana

Alta Via Camp “Special Edition @ Tipoteca Italiana” – Andrea Bettini e Paolo Zanetti

 

 

Alta Via Camp @ Tipoteca Italiana  Andrea Bettini

Alta Via Camp “Special Edition @ Tipoteca Italiana” Lo storytelling con Andrea Bettini

 

Alta Via Camp @ Tipoteca italiana Paolo Zanetti

Alta Via Camp “Special Edition @ Tipoteca italiana” Il tema della comunicazione con Paolo Zanetti

 

Storie di paesi e di paesaggi: storytelling per il turismo

Storytelling e territorioOggi e domani saranno due giornate intense e piacevoli di formazione dedicate all’utilizzo della metodologia dello storytelling nell’ambito turistico. Il corso promosso dal CUOA all’interno del Progetto Genius Loci mi vedrà per la terza volta come docente, però questa volta c’è una novità. Da Villa Valmarana Morosini ad Altavilla Vicentina ci sposteremo sull’Altopiano di Asiago. Sarà la Locanda La Scuola (con un nome così non poteva essere diversamente) ad ospitare questa attività tra racconti, tecniche, persone e paesaggi.

 

Emozioni & Business: Alta Via Camp

Alta Via CampQuella di sabato scorso all’Alta Via Camp è stata una giornata ricca di spunti, dove il ripensare al proprio modello di business è Alta Via Camparrivato al termine di un percorso intenso. Un percorso caratterizzato da emozioni, valori, mete da raggiungere, un’attenzione al mettersi nei panni dei propri clienti e al cercare di dare una risposta al

perché facciamo ciò che facciamo

Alta Via CampPoi le testimonianze di donne imprenditrici come Marta Maria Zordan (Zordan srl sb) e Laura Calzavara (Punto Ciemme srl) hanno reso ancora più chiaro il significato legato alla necessità di ripensare alla propria proposta di valore,

perché le imprese (come le persone) devono evolvere

Infine un ringraziamento particolare ad Antonio Agostini (Fondazione le 5 vie di
Giorgio) che ci ha regalato qualcosa di unico con le sue parole. Ci rivediamo tra due settimane, per la terza tappa di questa 3. Edizione di Alta Via Camp!